I tagli al 118 in Alta Valle

Sul sito del Partito Democratico Alta Valle Seriana è presente un articolo che riporta alcune informazioni circa la problematica della riorganizzazione del servizio 118 in Alta Valle Seriana:

A partire dal 1° gennaio 2012 diventerà operativa la riorganizzazione dei mezzi di soccorso ed emergenza sanitaria (le ambulanze), imposta da Regione Lombardia attraverso il decreto della giunta regionale lombarda n°1964 del 6 luglio 2011 di concerto con la delibera dell’Azienda regionale emergenze (Areu) del 7 novembre scorso. Al momento, e fino al 31 dicembre 2011, in Alta Valle Seriana sono operative 24h su 24 due ambulanze di istanza a Gromo e Piario. La nuova normativa prevede il funzionamento dei due mezzi nelle ore diurne, mentre dalle ore 20 alle ore 8 sarà in servizio soltanto una delle due ambulanze, affiancata da un’auto medica veloce non adibita al trasporto di pazienti. Una situazione simile a quella che si registrava in Alta Valle nel 1978. Durante le ore notturne, quindi, quelle nelle quali viene registrato il 25% degli interventi, dal ponte del Costone al Passo della Presolana passando per Valbondione, ci sarà soltanto un’ambulanza in servizio. Considerando che alcune emergenze, quali l’infarto, vengono trasportate direttamente a Bergamo e Seriate, c’è il rischio concreto che l’Alta Valle Seriana resti sprovvista di mezzi; in tal caso le chiamate verrebbero gestite con i mezzi provenienti dalle zone limitrofe, con comprensibile ritardo nel raggiungimento del luogo dell’emergenza.

 

Continua qui direttamente sul sito del Pd Alta Valle Seriana.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.