I tagli al 118 in Alta Valle

Sul sito del Partito Democratico Alta Valle Seriana è presente un articolo che riporta alcune informazioni circa la problematica della riorganizzazione del servizio 118 in Alta Valle Seriana:

A partire dal 1° gennaio 2012 diventerà operativa la riorganizzazione dei mezzi di soccorso ed emergenza sanitaria (le ambulanze), imposta da Regione Lombardia attraverso il decreto della giunta regionale lombarda n°1964 del 6 luglio 2011 di concerto con la delibera dell’Azienda regionale emergenze (Areu) del 7 novembre scorso. Al momento, e fino al 31 dicembre 2011, in Alta Valle Seriana sono operative 24h su 24 due ambulanze di istanza a Gromo e Piario. La nuova normativa prevede il funzionamento dei due mezzi nelle ore diurne, mentre dalle ore 20 alle ore 8 sarà in servizio soltanto una delle due ambulanze, affiancata da un’auto medica veloce non adibita al trasporto di pazienti. Una situazione simile a quella che si registrava in Alta Valle nel 1978. Durante le ore notturne, quindi, quelle nelle quali viene registrato il 25% degli interventi, dal ponte del Costone al Passo della Presolana passando per Valbondione, ci sarà soltanto un’ambulanza in servizio. Considerando che alcune emergenze, quali l’infarto, vengono trasportate direttamente a Bergamo e Seriate, c’è il rischio concreto che l’Alta Valle Seriana resti sprovvista di mezzi; in tal caso le chiamate verrebbero gestite con i mezzi provenienti dalle zone limitrofe, con comprensibile ritardo nel raggiungimento del luogo dell’emergenza.

 

Continua qui direttamente sul sito del Pd Alta Valle Seriana.