Controlli della GdF alla Fiera

Prima pagina de l'Eco di Bergamo, 6 febbraio 2012
Prima pagina de l'Eco di Bergamo, 6 febbraio 2012
Prima pagina de l'Eco di Bergamo, 6 febbraio 2012

Oggi (6 febbraio 2012) l’Eco di Bergamo mette in prima pagina la questione dei controlli eseguiti da parte della Guardia di Finanza alla Fiera delle Capre di Ardesio, con un articolo a firma della giornalista Claudia Mangili. A pagina 22 del quotidiano si entra nel dettaglio, di cui pubblichiamo un piccolo estratto per evidenziare la presa di posizione del presidente della ProLoco Simone Bonetti e del Sindaco Alberto Bigoni:

La Finanza tra capre e asini ad Ardesio. «I furbetti delle formaggelle? Assurdo». Il presidente Pirovano contesta i controlli alla Fiera: vadano a verificare gli affitti in nero a Roma. Il comandante delle Fiamme gialle: clima surriscaldato, quello di ieri era un normale pattugliamento. […]

Questi i fatti: alla Fiera delle capre e degli asinelli, una delle manifestazioni più attese e simpatiche dell’Alta Val Seriana, ieri mattina tra i circa duemila appassionati s’è presentata una pattuglia della Guardia di finanza della tenenza di Clusone. O meglio, non si è presentata, visto che i due agenti erano in borghese. Hanno controllato gli acquisti di alcuni visitatori della fiera, si sono avvicinati ai banchetti degli ambulanti (una cinquantina), hanno verificato che ci fossero scontrini e ricevute, lo stesso hanno fatto fuori da alcuni esercizi commerciali aperti in paese per l’occasione.

«Se hanno fatto controlli – commenta laconico lo storico patron della fiera, Simone Bonetti, presidente della Pro loco di Ardesio –, hanno fatto il loro dovere. Ma ci risulta che non abbiano fatto multe». 

Il comandante provinciale della Guardia di finanza, Giovanni De Roma, conferma: nessun verbale. […]

«Ho ricevuto un paio di telefonate di gente che si lamentava – dice il sindaco di Ardesio, Alberto Bigoni –, ma nessuno mi ha parlato di verbali staccati. Questo voglio sottolineare: non è qui, in questi contesti, che si troveranno grosse irregolarità, ma i controlli vanno fatti dappertutto, dalle manifestazioni di paese ai macchinoni. Verificato però che alla Fiera delle capre di Ardesio i furbetti non c’erano, adesso si salga di livello a caccia di evasione fiscale».