Aggiornamento sul Pià Spiss

"Glass" di Marlana Shipley
"Glass" di Marlana Shipley

Nello spirito di chiarezza e di informazione alla popolazione circa l’attività dell’Amministrazione Comunale e dalla Società Valcanale srl nella zona del Pià Spiss, pubblichiamo oggi un aggiornamento della situazione, con un crono-programma di massima per le operazioni future.

E’ prevista prima della fine del mese di luglio, primissimi giorni di agosto, una conferenza stampa dove verranno mostrati i risultati delle analisi e l’avanzamento dei lavori. Verrà inoltre consegnata un’ampia documentazione sia fotografica che testuale, al fine di perorare la causa  della trasparenza, tanto cara a questa Amministrazioneche vede il Municipio come una “casa di vetro” dove trovare le risposte alle proprie domande.

Cominciamo, però, da subito ad anticipare i punti focali su cui ci si sta muovendo, dando delle indicazioni sullo stato di fatto e sui prossimi passaggi:

1. Ordinanza sindacale

Il 30 giugno scadevano i termini dell’ordinanza con il quale venivano ordinati una serie di interventi nella zona in oggetto. Nei prossimi giorni, quindi, verrà eseguito un sopralluogo da parte dell’autorità competente del Comune di Ardesio per verificare che  le varie imposizioni siano state effettivamente rispettate. La relazione geologica sullo stato di fatto del dissesto idrogeologico, sempre richiesta tramite l’ordinanza, è stata consegnata al protocollo del Comune la scorsa settimana. Entro qualche giorno verrà prodotta quindi anche la relazione di contraddittorio da parte del geologo nominato dal Comune. Verosimilmente si può pensare di avere questo documento entro la prossima settimana.

2. Avvio del procedimento

Il procedimento di fine marzo avente per oggetto l’accertamento della possibile presenza di una discarica abusiva di moquette sotto il piazzale di Pià Spiss, nella zona in prossimità dell’albergo Sempreneve e della partenza degli impianti di risalita dell’ex stazione sciistica di Valcanale, nonchè della natura e delle quantità dei materiali presenti nel sottosuolo, si è concluso. Gli esiti dell’indagine indicano un’area occupata da materiale estraneo stimata in circa mq. 1.200 di superficie, per una profondità massima di circa 10/12 metri, con una conseguente stima volumetrica di circa 2.500 mc. Allo stato delle informazioni raccolte, la presunta datazione dell’interramento del materiale estraneo viene fatta risalire a notevole tempo addietro.

[flashgallery link=”file” columns=”1″ orderby=”title” scaling = “fit” background = “http://www.ardesiounita.it/materiale/img/background.jpg”]

E’ stato quindi aperto un nuovo procedimento volto, con una tempistica prevista (tra carotaggi ed analisi) di circa quattro settimane:

  1. all’accertamento della natura dei materiali presenti e all’assunzione di tutte le attività necessarie ed opportune in genere per l’indagine preliminare e l’eventuale caratterizzazione del sito;
  2. all’individuazione del responsabile dell’inquinamento;
  3. alla verifica dei presupposti per la successiva bonifica e/o messa in sicurezza del sito.
3. Rimozione funi e seggiolini
In data 6 giugno 2012, la società Valcanale srl ha presentato al Comune di Ardesio una comunicazione di inizio lavori per un intervento che prevede la rimozione di seggiolini, fune portante e volano sugli impianti di risalita. L’attuale situazione, come si legge nel documento stesso, può costituire un pericolo per coloro che passano in zona e l’eventuale rottura del cavo portante in trazione può essere causa di danni non quantificabili. Ad oggi i lavori non sono ancora iniziati, ma l’Amministrazione ha buoni elementi per poter dire che nel giro di poche settimane si potrà passare dalle parole ai fatti.
Il Sindaco
Alberto Bigoni