Della Valcanale e di Caccia

"Break" di Dave King
“Break” di Dave King

Negli scorsi giorni è andato in onda presso l’emittente locale Antenna2 un commento di Caccia, capogruppo di minoranza ad Ardesio, circa la questione della Valcanale, visualizzabile sul canale di YouTube dell’emittente. Il Sindaco Alberto Bigoni ha rilasciato un’intervista alla stessa emittente, andato in onda nell’edizione del tg serale delle 19.20 del 27 ottobre 2012:

httpv://www.youtube.com/watch?v=cH_u7MniaZY

Il contenuto espresso nel passaggio televisivo è una sintesi del comunicato stampa che viene diramato sul sito di ArdesioUnita:

L’amministrazione comunale di Ardesio non intende accettare lezioni di politica di gestione del territorio sulla questione della Valcanale e del Pià Spiss, se queste provengono da parte di una minoranza che è stata maggioranza ad Ardesio ed ha avuto un’occasione lunga quindici anni per dimostrare il proprio potenziale, ma i cui risultati parlano chiaro: dal 1997 al 2009, presso il Pià Spiss non si è mossa una foglia. Si affaccia quindi OGGI ad Ardesio la politica amministrativa che crede e sostiene il proprio territorio, che convoca i tavoli di lavoro, che parla con le aziende e con i privati, non solo della Valcanale e per la tematica in oggetto. Una politica che non vuole essere subalterna a nessuno ma diventa parte attiva in un processo di azione concreta e che, tra l’altro, trova anche riscontri positivi anche da parte di alcuni esponenti di spicco della minoranza amministrativa ardesiana. Non è quindi tempo di polemiche sterili che lasciano il tempo che trovano, ma finalmente si è passati dalle parole ai fatti, con le prove geofisiche, con la rimozione dei cavi e dei seggiolini di quello che restava degli ex-impianti e con i carotaggi, che avverranno a breve. La conferenza di servizi che ha visto sedersi al tavolo della discussione il Comune, la Società, Arpa e Provincia si è riunita infatti con la fine del mese di agosto. Nel mese di settembre la società ha proposto una bozza di protocollo di intesa per capire dove e come effettuare i sondaggi. Oggi il Comune si sta prendendo tutto il tempo che ritiene necessario (grazie all’aiuto di esperti) per la controproposta. I carotaggi si faranno, speriamo prima di fine anno, condizioni meteo permettendo, altrimenti si andrà alla prossima primavera, proprio per riuscire a chiudere la famosa “prima fase” dell’azione che l’amministrazione ha immaginato per la Valcanale ed il Pià Spiss, ovvero quella della chiarezza sullo stato di fatto (ricerca materiale alloctono, smontaggio elementi pericolosità, valutazioni sul dissesto), a cui seguiranno quella della acquisizione della proprietà da parte del Comune, al netto del dissesto arrecato, poi le bonifiche eventuali e messa in sicurezza con fondi europei per terminare con la riconversione a seguito di un concorso di idee. Tutto questo lavoro (ampiamente documentato anche online, sul sito di ardesiounita.it) testimonia in maniera inequivocabile, credo, l’amore di questa amministrazione nei confronti del territorio della Valcanale, la cui bellezza ed attrattiva sono fuori discussione, altrimenti non si spiegherebbero il tempo e l’impegno profusi dagli amministratori proprio nel contesto dell’hotel Sempreneve. Per le attività di rilancio turistico, inoltre, come ho avuto modo di dire direttamente a Cappellini con cui avevo fissato già da tempo un appuntamento previsto proprio tre giorni dopo la messa in onda del servizio sull’emittente Antenna2, ritengo fondamentale il coinvolgimento dell’associazione generale del turismo e della cultura della Valle Seriana, ovvero di Promoserio (che ringrazio, a partire dal presidente Guido Fratta), con cui si sta cercando di attivare un processo che inserisca la Valcanale all’interno di un comparto più grande, ovvero quello dell’Asta del Serio. Dobbiamo infatti superare il concetto che vede ogni Comune guardare solamente ai propri confini, al proprio orticello, ma finalmente attivi l’intera Asta al fare squadra: l’Alta Valle Seriana come un unico comparto dalla fortissima attrattiva e vocazione turistica.

Il Sindaco, Alberto Bigoni