Napolitano: ”I Sindaci hanno ragione, l’Imu deve andare ai Comuni”

Giorgio Napolitano

Giorgio NapolitanoNon fate gesti impulsivi, tenetevi attaccata la fascia tricolore“. E’ l’esortazione arrivata oggi dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che ha parlato davanti ai sindaci che compongono il Direttivo dell’Anci, nella sala Protomoteca del Campidoglio. Nel suo discorso Napolitano ha anche riconosciuto che “gli emendamenti presentati dall’Anci alla legge di stabilita’ sono seri e meditati, per questo mi auguro che il Parlamento possa accogliere le vostre proposte, in misura ragionevole e compatibile con l’invarianza dei conti pubblici“. Il Capo dello Stato ha osservato che “nell’ultimo decennio si e’ abbattuta una mannaia sui conti dei Comuni“, e si e’ pronunciato “contro la filosofia dei tagli lineari, nei confronti della quale manifesto ormai da anni una forte riserva: intervenire col machete – dice Napolitano – e’ difficilmente tollerabile e giustificabile. Bisogna riuscire a entrare nel merito dei meccanismi che generano una spesa abnorme e incontrollata, individuando invece voci e capitoli che richiedono interventi“. Se cosi’ non si procede, avverte il Capo dello Stato, “la stessa filosofia della spending review perde di consistenza“.
Napolitano tiene a sottolineare che “quello che unisce i diversi livelli istituzionali deve essere piu’ forte di quello che ci divide“, ma poi invita i sindaci a rendere sempre piu’ evidente che “se vanno avanti tagli di questa natura, vedrete scaricare sulle vostre spalle oneri istituzionali fondamentali per la coesione sociale“. Il Presidente si riferisce in particolare ai “fenomeni preoccupanti di disoccupazione, di poverta’, di situazioni di disperato bisogno, come quelle dei profughi“. Per questo Napolitano si spinge a suggerire ai primi cittadini “di fornire, mese per mese, una concreta documentazione rispetto ai servizi che non riuscite piu’ a garantire e alle ripercussioni sociali di tutto questo, in modo che ci si renda conto che non parliamo di una mera questione di cifre“.
Il Presidente insiste inoltre sul federalismo, “che non puo’ essere considerato un relitto di cui non sappiamo piu’ che fare“, e si impegna sull’Imu: “C’e’ poco da discutere, deve restare ai Comuni, per intero“.
Infine, Napolitano si scaglia contro la rappresentazione a volte fuorviante rispetto ai presunti sprechi nei Comuni: “Voi sindaci – afferma – operate da sempre nello spirito dell’interesse Comune, confrontandovi responsabilmente con difficolta’ sempre piu’ gravi e stringenti. Nel condividere l’obiettivo del risanamento dei conti pubblici, avete dato apporti di fatto e progettuali. Per questo, nel combattere questi continui assalti mediatici, il presidente della Repubblica sara’ sempre al vostro fianco“.

Fonte: Anci Lombardia.