Consip

"Temple Market" di Buzz Hoffman
“Temple Market” di Buzz Hoffman

Una delle novità del 2013 per le pubbliche amministrazioni, è l’obbligo di avvalersi del mercato elettronico della p.a., dando così piena attuazione alle corrispondenti previsioni del Dl 95/2012 (convertito dalla legge 135/2012) in materia di efficientamento e razionalizzazione dell’Amministrazione economico-finanziaria. L’amministrazione di Ardesio è accreditata sulla piattaforma elettronica per la certificazione dei crediti vantati dalle imprese. Tale piattaforma consente ai Creditori della P.A. di richiedere la certificazione dei crediti relativi a somme dovute per somministrazioni, forniture e appalti e di tracciare le eventuali successive operazioni di anticipazione, compensazione, cessione e pagamento, a valere sui crediti certificati. Il numero di iscritti è ancora deludente e ha spinto il Tesoro a inviare più di un sollecito (articolo del Sole 24 ore pubblicato giovedì 14 febbraio 2013). La piattaforma, realizzata dalla Ragioneria generale dello Stato e gestita operativamente dalla Consip, è operativa dal 18 ottobre 2012.

Dato che il nome di Consip, società per azioni del MEF, viene così spesso citato, cogliamo l’occasione con il presente articolo per fornire alcuni elementi di informazione sulla stessa.

Consip è una società per azioni del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF), che ne è l’azionista unico, ed opera secondo i suoi indirizzi strategici, lavorando al servizio esclusivo delle pubbliche amministrazioni. L’ambito di intervento di Consip è volto, da una parte, a fornire servizi di consulenza e di assistenza progettuale, organizzativa e tecnologica per l’innovazione del Ministero dell’Economia e delle Finanze(MEF) e della Corte dei conti (Cdc); dall’altra, a gestire il Programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Questo obiettivo viene realizzato attraverso un modello organizzativo del tutto innovativo nella realtà italiana, che coniuga le esigenze delle amministrazioni con l’attenzione alle dinamiche del mercato, in un’ottica di massima trasparenza ed efficacia delle iniziative. Tutta l’attività di Consip è regolata da numerose norme che si sono succedute nel corso del tempo. Presso questa pagina web, viene presentato un quadro riassuntivo dei principali provvedimenti che hanno disciplinato la costituzione, i compiti e l’attività dell’azienda.

Il Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione: cos’è 

Il Mercato Elettronico della P.A. (MePA) è un mercato digitale per la Pubblica Amministrazione, in cui le P.A. registrate possono ricercare, confrontare e acquisire i beni e i servizi – per valori inferiori alla soglia comunitaria – proposti dalle aziende fornitrici abilitate a presentare i propri cataloghi sul sistema. Consip definisce in appositi bandi le tipologie di beni e servizi e le condizioni generali di fornitura, gestisce l’abilitazione e la registrazione dei Fornitori e delle Pubbliche Amministrazioni.

Un’ampia offerta da confrontare e comparare
L’abilitazione ai bandi del Mercato Elettronico è aperta a qualsivoglia operatore economico che soddisfi i requisiti richiesti ed è relativa tanto ai Fornitori, quanto ai prodotti e i servizi offerti.
Una volta abilitati, i prodotti e i servizi sono presentati attraverso cataloghi strutturati e descritti nel rispetto dei requisiti minimi indicati nei bandi di riferimento. E’ proprio il riferimento alla documentazione del bando e la standardizzazione delle principali caratteristiche tecniche che permette una reale e tempestiva comparazione delle offerte, favorendo un risparmio sui tempi per la definizione delle caratteristiche tecniche della fornitura e/o per la stesura di eventuali condizioni particolari di contratto.

Condividere le informazioni
Il Mercato Elettronico è un sistema in cui ‘tutti vedono e si confrontano con tutti’, offrendo l’opportunità ad Amministrazioni e Imprese di acquisire maggiori informazioni e competenze.
La documentazione disponibile per i diversi bandi rappresenta un utile riferimento e supporto per la formulazione delle richieste e delle offerte contribuendo ad aumentare la qualità della fornitura. Gli operatori economici, inoltre, hanno la possibilità di acquisire maggiore conoscenza relativamente all’ambito merceologico d’interesse, ottimizzando il proprio posizionamento competitivo rispetto alla concorrenza.

Sempre più on line
La firma digitale è un requisito indispensabile per la registrazione e l’utilizzo del MEPA, sia per le P.A. sia per i Fornitori. La firma digitale, inoltre, è richiesta per conferire valore legale ai documenti, pubblicati e generati attraverso il sistema e consentire la conclusione dei contratti di acquisto in digitale.
Nel 2007 la normativa ha dato un ulteriore impulso alla digitalizzazione degli acquisti, rendendo il Mercato Elettronico della P.A. lo strumento d’obbligo per gli acquisti sotto soglia delle Amministrazioni statali centrali e periferiche, ad esclusione degli istituti e scuole di ogni ordine e grado, delle istituzioni educative e delle istituzioni universitarie.

Come acquistare sul MePA
Nel Mercato Elettronico, una volta individuati all’interno dei cataloghi i beni di interesse, è possibile acquistare tramite Ordine Diretto o tramite Richiesta d’Offerta.

L’ Ordine Diretto: acquisti immediati
E’ una modalità di acquisto che permette di acquisire sul Mercato Elettronico i prodotti/servizi con le caratteristiche e le condizioni contrattuali indicate a monte nei singoli bandi e visualizzabili sui cataloghi on line. E’ sufficiente scegliere gli articoli presenti sul catalogo, verificare le relative condizioni generali di fornitura, compilare il modulo d’ordine indicando la quantità e il luogo di consegna e sottoscriverlo con firma digitale. Al termine della procedura, l’ordine firmato digitalmente è inviato automaticamente al Fornitore che lo evade nei termini e alle condizioni previste nelle condizioni generali di fornitura presenti in ciascun bando di abilitazione.

La Richiesta d’Offerta
La Richiesta di Offerta (RdO) è una modalità di acquisto che permette di negoziare prezzi e condizioni migliorative o specifiche dei prodotti/servizi pubblicati sui cataloghi on line. E’ possibile, infatti, richiedere ai Fornitori – selezionati liberamente tra quelli abilitati – diverse e ulteriori offerte personalizzate sulla base di specifiche esigenze. Come la necessità di tempi di consegna più brevi, di servizi di assistenza e manutenzione particolari, caratteristiche tecniche specifiche o condizioni economiche più favorevoli.
Nella Richiesta di Offerta, le Amministrazioni possono allegare appositi documenti contenenti le specifiche condizioni richieste, nonché i criteri sulla base dei quali si intende valutare le offerte.
Le offerte formulate dai Fornitori invitati saranno inviate alle Amministrazioni attraverso il sistema entro i termini indicati dalle stesse P.A..

Fonte: consip.it