Richiesta di pagamento dei 98 miliardi di tasse evase sul gioco d’azzardo

"It's A Gamble" di MarkyBon
“It’s A Gamble” di MarkyBon

Dopo aver trattato la questione relativa al Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo, tema che peraltro verrà sottoposto all’attenzione del Consiglio Comunale previsto per il 6 marzo 2013, oggi si aggiunge un’altra interessante iniziativa proposta da Legautonomie, basata soprattutto sul recupero di ingenti somme che potrebbero avere un utilizzo dai risvolti sociali importanti.

Ecco il testo dell’appello:

GIOCO D’AZZARDO

  1. 98 miliardi (di euro) evasi dalle concessionarie del gioco legale negli anni 2003-2006;
  2. mancati controlli negli anni 2005-2007;
  3. gravissime carenze attuali nel sistema di gestione e controllo informatico delle slot-machine.

Lo affermano la Relazione Parlamentare d’inchiesta sul fenomeno della mafia (2012) e la Corte dei Conti del Lazio (20 febbraio 2013)

I Comuni

  1. ritengono assolutamente ingiusto che i concessionari delle slot machine non le colleghino al circuito telematico di controllo evadendo il fisco e addossando all’erario il costo degli apparati di controllo che non hanno funzionato;
  2. chiedono che in un periodo così difficile per tante persone, tante famiglie e tante imprese, si faccia giustizia recuperando l’evasione in un settore tanto problematico per il benessere dei cittadini e delle comunità;
  3. chiedono che vengano recuperati tutti i miliardi evasi per consentire ai Comuni di far fronte alle necessità di chi ha perso il lavoro, di chi versa in condizioni di disagio sociale, delle imprese costrette a fallire per i mancati pagamenti della pubblica amministrazione.

Cari colleghi, cari sindaci, di fronte alla gravità e all’ingiustizia di questo fenomeno, vi chiediamo di sottoscrivere questo appello inviandoci una mail di conferma, per chiedere agli organismi istituzionali interessati che si attivino per il recupero di queste ingenti somme.

Eugenio Comincini, sindaco di Cernusco sul Naviglio, Presidente regionale di Legautonomie

Angela Fioroni, segretaria regionale Legautonomie Lombardia

Terre di Mezzo

Scuola delle buone pratiche