Voucher Digitale e progetti informatici condivisi

"Cables!" di Lacrymosa
“Cables!” di Lacrymosa

La sera di martedì 12 marzo 2013 si è tenuto ad Ardesio un incontro esteso alle otto amministrazioni dei Comuni dell’Asta del Serio dedicato alla valutazione per la partecipazione del bando di Regione Lombardia “Voucher digitale – Sistema Informativo Unico”.  Il bando è rivolto alle aggregazioni di Comuni, ed incentiva l’unificazione dei sistemi informativi per svolgere in forma associata funzioni e servizi comunali. Le risorse totali disponibili ammontano a € 500.000. Le domande vanno presentate dal 3 al 28 giugno 2013.  Il bando promuove l’unificazione dei sistemi informativi, per svolgere in forma associata la funzione di organizzazione generale dell’Amministrazione, gestione finanziaria e contabile e controllo (ivi inclusa la gestione del personale) e una delle seguenti funzioni fondamentali a scelta:

  1. pianificazione urbanistica ed edilizia di ambito comunale, partecipazione alla pianificazione territoriale di livello sovraccomunale, in particolare gestione delle pratiche edilizie, tramite lo Sportello Unico per l’Edilizia (SUE), con l’aggiornamento contestuale del database topografico e dei dati catastali;
  2. organizzazione e gestione dei servizi di raccolta, avvio e smaltimento e recupero dei rifiuti urbani e la riscossione dei relativi tributi;
  3. polizia municipale e polizia amministrativa locale.

Le amministrazioni di Ardesio, Gromo e Valbondione stavano già da tempo seguendo un iter parallelo per un progetto informatico per la standardizzazione del sistema informatico dell’ufficio tecnico. Si tratta, nel dettaglio, del “Progetto Zero” della ditta Starch srl di Ornago, già adottato da altre amministrazioni bergamasche (es. Nembro).  La precitata ditta, nel corso degli anni, ha sviluppato una serie di prodotti per la gestione informatizzata degli uffici tecnici che permettono la gestione delle pratiche edilizie e degli atti amministrativi correlati, ed il progetto in questione è un ulteriore passo in avanti che utilizza quale copertura della spese relative alla fornitura dei nuovi moduli informatici, le entrate riferite ai diritti di segreteria. La volontà dei tre Comuni è stata quella di ESTENDERE il tavolo di lavoro agli altri Comuni dell’Asta, nell’ottica della futura Unione. Il tutto, evidentemente, è da leggere nella chiave aggregativa del processo in corso: bandi e progetti condivisi, linfa vitale della futura Unione.