Esito assemblea pubblica del 9 aprile 2013

"Stone Wall 1" di boo_licious
“Stone Wall 1” di boo_licious

Come annunciato, martedì 9 aprile 2013 presso la sala consiliare del Comune di Ardesio si è tenuta l’attesa assemblea relativa alla valutazione della componente geologica relativa al centro di Valcanale, in cui sono stati illustrati i criteri e gli esiti degli studi della componente geologica del PGT relativa al centro di Valcanale, e che ha visto la folta partecipazione dei residenti e dei proprietari interessati.

L’amministrazione comunale, con il Sindaco Bigoni e il vicesindaco Pezzoli e col supporto dell’arch. Bonandrini che ha redatto il PGT insieme all’arch. Macalli, ha ricordato che l’avvio del procedimento trasmesso ai cittadini interessati si è reso necessario per informarli e consentir loro di formulare eventuali proposte o osservazioni in relazione agli aggiornamenti che lo studio della componente geologica, idrogeologica e sismica del PGT dovrà recepire per la zona del centro di Valcanale.

Il Geologo Dott. Ghilardi, titolare dello studio G.E.A. di Ranica che da anni collabora col Comune di Ardesio, e il suo collaboratore Dott. Moro, hanno illustrato le condizioni di partenza degli studi effettuati, e le varie evoluzioni normative che hanno progressivamente mutato il quadro metodologico, interpretativo e vincolistico da applicare agli studi geologici che, con l’approvazione della legge regionale 12/2005, costituiscono parte integrante degli strumenti urbanistici dei comuni (PGT).

L’ultima evoluzione normativa (a cavallo tra il 2011 e il 2012) ha reso necessario una ulteriore campagna di studi di approfondimento per poter definire a una scala più appropriata di quella utilizzata dalla Regione circa le effettive condizioni di fattibilità delle trasformazioni territoriali, realizzata con ulteriore investimento di risorse in parte messe a disposizione anche da cittadini, sul cui esito la Regione Lombardia ha formulato un parere di conformità con i criteri da lei indicati. L’unica eccezione è stata quella del centro di Valcanale, per la quale non sono state accolte le valutazioni e le conclusioni dello studio GEA con cui si indicava una maggiore graduabilità dei vincoli, a partire dalla piazza di Valcanale (interessata dalla classe 4 di fattibilità con gravi limitazioni) verso le arre più esterne (in classe 3 con consistenti limitazioni, ma indicate con ambiti a diverso grado di rischio e di conseguente vincolo). La proposta, di cui il Dott. Ghilardi ha ribadito la convinta correttezza di valutazione e di coerenza normativa, si è scontrata con una valutazione più rigidamente restrittiva, ribadita anche nel corso di un ulteriore confronto svoltosi in Regione proprio nella mattinata, degli ultimi aggiornamenti normativi del 2012, per i quali condizioni meno restrittive risultano possibili sulla scorta della previsione operativa di opere di mitigazione del rischio, sulla scorta di appositi studi e progetti di maggior dettaglio. È stato evidenziato che gli studi effettuati hanno già consentito di revisionare integralmente precedenti indicazioni di carattere generale (effettuati a grande scala e prevalentemente attraverso fotointerpretazione), grazie anche a una intensa stagione di interventi che il Comune di Ardesio ha attuato negli ultimi 15 anni nella zona con determinante contributo della Regione, e ad un assiduo aggiornamento degli studi geologici; rimangono tuttavia irrisolte alcune ambiguità applicative che determinano appunto valutazioni e indirizzi non univoci. Sono stati inoltre indicate quali sono, allo stato delle attuali previsioni del PGT, gli effetti derivanti dal recepimento dell’osservazione formulata dalla Regione, sia per quanto riguarda gli edifici esistenti, si per le aree libere che circondano il centro di Valcanale; in particolare è stato evidenziato come le condizioni idrogeologiche che possono implicare situazioni estreme di pericolo per le ordinarie attività della popolazione vadano opportunamente accompagnate da piani di protezione civile di adeguato livello di dettaglio, che l’Amministrazione comunale si è impegnata a predisporre. Operativamente è stato evidenziato che il procedimento di approvazione del PGT avanzerà su di un proprio binario che prevede l’approvazione entro il mese di giugno 2013.

Per quanto riguarda il tema dell’incontro l’amministrazione comunale si è resa disponibile a procedere alla predisposizione di uno studio ulteriore di approfondimento sulla zona del centro della Valcanale, finalizzato anche a sollecitare gli enti sovracomunali competenti, ricordando tuttavia che non è dato sapere oggi quale esito produrrà, sia per la riperimetrazione degli ambiti geologici sia per i costi derivanti dalla realizzazione di possibili opere di mitigazione del rischio (con conseguente valutazione del rapporto costi/benefici). Per tale iniziativa, analogamente a quanto già successo per altre zone del territorio, la compartecipazione economica dell’Ente comunale non potrà essere superiore ad una quota (da stabilire), nell’intento comunque di coinvolgere tutti gli interessati in un progetto che come esito diretto produrrebbe una condizione di maggiore sicurezza per gli insediamenti esistenti, non escludendo eventuali opportuna valutazioni su un migliore assetto delle previsioni urbanistiche in quella zona.