Patto e Tares: i sindaci del cosentino in protesta restituiscono fasce tricolori al Prefetto

Anci Lombardia, il sito

Anci, il sito

Dal sito di Anci:

Un centinaio di sindaci dei piccoli Comuni del cosentino hanno partecipato stamane alla protesta, promossa dal primo cittadino di Acquaformosa, Giovanni Manoccio, contro la Tares e per l’allentamento del patto di stabilità. I sindaci hanno restituito simbolicamente le fasce tricolore al prefetto di Cosenza, Raffaele Cannizzaro.
“Non riusciamo più ad andare avanti – hanno detto – e non riusciamo più a garantire i servizi. I tagli feroci che sono stati imposti dai governi ci hanno messo in ginocchio”. Gli stessi sindaci hanno fatto una foto di gruppo per dimostrare che “siamo uniti e nessuna bandiera ci puo’ dividere. Siamo uniti sotto il vessillo dell’emergenza che affrontiamo quotidianamente”.
La protesta ha origine dal manifesto funebre fatto affiggere nelle settimane scorso dal sindaco di Acquaformosa nel quale c’era scritto ‘il Comune è morto all’età di 510 anni per assassinio premeditato”. Una delegazione di primi cittadini si è poi recata a Roma per proseguire la protesta in Piazza Montecitorio.