Serata informativa dedicata al tema dell’avvelenamento dei cani

Cartello per bocconi avvelenati
Cartello per bocconi avvelenati

Pubblichiamo un estratto di una lettera firmata recapitata al Comune negli scorsi giorni:

Oggetto: Segnalazione dispersione dolosa e recidiva sul territorio di Ardesio, di sostanze tossiche e presunte cancerogene (Tallio).
Egregio Sindaco, con questo scritto sono a segnalare la presenza, sul territorio del comune di Ardesio, di una sostanza tossica e altamente pericolosa sia per l’ambiente, sia per la salute umana e animale: il Tallio. Ad aggravare tale circostanza è la diffusione dolosa e recidiva di tale sostanza, testimoniata da un caso di avvelenamento (vittima il cane di cui sono proprietaria) ripetutosi per ben due volte in una medesima area/zona del nostro Comune (dintorni boschivi tra le frazioni di Rizzoli/Albareti e Bani). Il primo episodio di avvelenamento data giugno 2011, il secondo, fine maggio 2013. In entrambe i casi il referto medico veterinario effettuato sul cane, ha certificato e dimostrato la specifica natura del veleno utilizzato: solfato di Tallio. È presumibile che tale veleno venga disperso – dolosamente e periodicamente – sotto forma di “bocconi”, miscelato quindi a sostanze alimentari. Segnalo inoltre che nel giugno 2011, in concomitanza all’avvelenamento in oggetto, nella stessa area/zona si sono verificati diversi decessi di cani presumibilmente riconducibili alla medesima causa: avvelenamento da Tallio. Anche nella zona di Rovetta, da gennaio 2013 ad oggi, si sono verificati ben 4 casi di avvelenamento da Tallio (tutti confermati e validati da analisi tossicologiche di laboratorio). Voglio portare all’attenzione dell’amministrazione comunale di Ardesio questa situazione, per denunciare un’azione che ritengo essere non solo incivile, barbara e vile – è facile uccidere chi, come un cane, non si può difendere -, ma anche e soprattutto dannosa e pericolosa per il nostro territorio e per i suoi abitanti. Il Tallio è infatti una sostanza altamente tossica (si tratta di un metallo, Tl), usata in passato per produrre topicidi e insetticidi; vista la sua elevata tossicità, il suo uso in prodotti di largo consumo, commercializzabili, è stato bandito da anni. La sua tossicità deriva dalla capacità di sostituirsi ai cationi dei metalli alcalini (principalmente sodio e potassio) presenti nell’organismo. Questa sostituzione altera molti dei normali processi cellulari. Il Tallio raggiunge e danneggia gravemente diversi organi: rene, pancreas, milza, fegato, polmoni, muscoli e cervello. È in grado anche di raggiungere e attraversare la placenta. Per chi sopravvive al Tallio rimangono danni al sistema nervoso. È inoltre un sospetto cancerogeno. Questo significa che nei nostri boschi, sul nostro territorio, chiunque, anche un bambino, potrebbe venire a contatto con tale sostanza. Trovo la cosa davvero spaventosa e ritengo un dovere civico informare la mia amministrazione comunale. Mi auguro che possiate portare a conoscenza della situazione tutta la popolazione. Spero soprattutto che informando e segnalando quello che sta succedendo, possiate far sì che chi sta disperdendo tale veleno sui nostri territori, prenda coscienza della pericolosità e della gravità, per tutta la nostra comunità, di tale sua azione.

L’amministrazione si è immediatamente attivata, secondo le disposizioni dell’art. 4 dell’ O.M. 10/02/2012 “Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati”, informando il Comando dei Carabinieri ed il Corpo Forestale, oltre che predisponendo una bonifica nell’area indicata.

001_cartelli_comune_01

L’invito di organizzare una serata informativa per sensibilizzare l’opinione pubblica sui rischi e sulle conseguenze di tali sciagurate azioni poste in essere da parte di pochi, è stato accolto. Clicca QUI per visualizzare la locandina della serata, fissata per:

Mercoledì 24 luglio 2013

alle ore 20.45 presso la Sala Consiliare del Comune di Ardesio

si terrà una serata dedicata al tema dell’avvelenamento dei cani causato dai bocconi avvelenati presenti nel territorio.

Interverranno:
Prof. Luigi Guidobono Cavalchini, Università di Milano: “L’avvelenamento dei cani, introduzione alla problematica”;
Dott.ssa Bianca Lanfranchi, veterinaria: “Veleni impiegati, sintomi clinici, come comportarsi”;
Dott. Raffaello Colombo, Presidente Nazionale Unità Soccorso Tecnico (UST) e addestratore Ente Nazionale Cinofilia Italiana (ENCI): “Come insegnare al cane a non mangiare i bocconi per strada”;
Verranno inoltre date delle nozioni sui principali aspetti legali di natura penale e civile annessi alla questione.
La popolazione è invitata a partecipare.

Il Sindaco
Bigoni Alberto