Il concerto campanario della Parrocchia di Ardesio
Il concerto campanario della Parrocchia di Ardesio

Negli ultimi mesi sono pervenute alcune segnalazioni e richieste di chiarimento al Comune di Ardesio, sia scritte che verbali, inerenti la frequenza e l’insistenza dei rintocchi delle campane del Santuario oltre che della Parrocchiale (quest’ultime, tra l’altro, recentemente restaurate). L’argomento non è da derubricare frettolosamente a boutade estiva: da un lato il sacrosanto diritto al riposo in quiete dei cittadini, residenti e turisti, che si contrappone ad un segno che riconduce alla dimensione religiosa di una comunità e che affonda le sue radici nella notte dei tempi, a maggior ragione in un centro storico la cui devozione mariana vanta una tradizione di oltre quattrocento anni. A rimarcare la complessità dell’argomento è la presenza anche online di innumerevoli articoli che trattano casi più o meno recenti, distribuiti equamente lungo tutto l’italico stivale, tra cui vorrei segnalare uno di Calvenzano ed uno di Perugia.

Cosa ne pensa l’amministrazione comunale di Ardesio? Le emissioni sonore sono normate da un preciso regolamento comunale, detto “piano di zonizzazione acustica, regolamento di attuazione“. Quello del Comune di Ardesio è disponibile qui, e prevede all’articolo 8, per quanto concerne le attività temporanee, quanto segue:

Le attività temporanee, come definite all’articolo 8, quali cantieri edili, feste popolari, concerti ecc.,  qualora provochino immissioni acustiche superiori ai limiti previsti per le zone di localizzazione,  possono usufruire di deroghe ai limiti di cui all’articolo 5 previa preventiva richiesta redatta secondo  il modello di Allegato C. Il Sindaco, alla richiesta di deroga, rilascia specifica autorizzazione contenente la durata di validità,  la localizzazione, eventuali vincoli di orario ed ulteriori prescrizioni.

Deroghe automatiche

[…] Il suono dei rintocchi delle campane per la segnalazione degli orari, delle messe e di altre esigenze legate allo svolgimento delle funzioni si intendono attività temporanee e quindi godono di deroga automatica permanente e non risultano quindi soggette al rispetto dei limiti di rumore definiti dalla zonizzazione comunale.

Questa precisazione dovrebbe sgombrare il campo da dubbi o perplessità sull’iter procedurale e sulle modalità di gestione dell’argomento, visto che il piano di zonizzazione ed il suo regolamento di attuazione è parte integrante del Piano di Governo del Territorio, recentemente approvato in via definitiva dal Comune di Ardesio: qualunque modifica al regolamento avviene in sede dell’assemblea del Consiglio Comunale e, allo stato attuale, l’amministrazione comunale non ha nessuna intenzione di procedere alla modifica di questo disciplinare.

Il Sindaco

Alberto Bigoni