Panorama

Durante il consiglio comunale del 28 maggio 2014 del Comune di Ardesio, è stato deliberato un punto all’ordine del giorno avente ad oggetto la “Costituzione Associazione ‘Alleanza nelle Alpi Italia’ “, votato all’unanimità dei presenti. Queste le considerazioni sul punto, dedotte dalla documentazione presentata al Consiglio:

PREMESSO che il Comune di ARDESIO è impegnato nell’attuazione di strategie ed azioni finalizzate allo sviluppo locale in una logica di partecipazione e sostenibilità;

CONSIDERATO che l’esigenza di realizzare modelli di sostenibilità a livello locale deriva dagli impegni assunti dalla conferenza ONU tenutasi a Rio de Janeiro nel 1992 dalla quale scaturirono le tematiche di Agenda 21; in particolare, per quanto riguarda il territorio alpino, i principi dello sviluppo sostenibile e durevole trovano collocazione nella Convenzione delle Alpi (approvata dal Consiglio dell’Unione Europea il 26 febbraio 1996) la quale individua le Alpi come modello in ambito europeo per una concezione locale dell’economia sostenibile;

CONSIDERATO altresì che su questi temi è stata fondata nel 1997, da 27 comuni di 7 stati alpini riuniti a Bovec in Slovenia, la Rete di Comuni “Alleanza nelle Alpi” i cui membri – consapevoli che l’attuazione della Convenzione delle Alpi deve prendere vita là dove i singoli possono dare il loro contributo ovverosia nel comune – individuano nella medesima la premessa ed il filo conduttore dello sviluppo sostenibile e durevole del territorio alpino;

ATTESO che negli anni la Rete è diventata una fabbrica di idee e di buone pratiche ed ha offerto ai comuni la possibilità di uno scambio di esperienze ed informazioni superando le barriere linguistiche e culturali, infatti i comuni aderenti alla Rete, che oggi sono circa 300 e rappresentano 1.000.000 di abitanti, hanno sviluppato una identità ed un progetto alpino comuni nel rispetto delle diversità; inoltre i numerosi incontri internazionali, i progetti concreti e le molteplici pubblicazioni hanno svolto un ruolo chiave per determinare cooperazioni che poggiano su basi solide. Concretamente i comuni della Rete hanno visto premiata la loro capacità di mobilitare i saperi locali ottenendo il finanziamento DYNALP nell’ambito del programma Interreg IIIB “Alpine Space”; Dynalp ha visto la presentazione, il finanziamento e la conclusione di 52 progetti relativi a quattro protocolli della Convenzione delle Alpi (Turismo, Protezione della natura e tutela del paesaggio, Agricoltura di montagna, Sviluppo sostenibile e pianificazione territoriale) con un budget complessivo di 2,16 milioni di euro; successivamente è stato avviato e realizzato il progetto Dynalp2 sostenuto dalla fondazione svizzera MAVA con il finanziamento di 36 progetti selezionati da una giuria internazionale, con un budget complessivo di 1,78 milioni di euro; è appena concluso il progetto DynAlp-Climate, il programma per il clima che ha visto la nascita di 45 progetti tra i quali la giuria internazionale ne ha scelti otto italiani, tre francesi, tre svizzeri, due tedeschi, due sloveni e due provenienti dal Liechtenstein e dall’Austria; complessivamente DynAlp – Climate ha messo a disposizione di questi progetti circa 300.000 euro;

RILEVATO che si sta avviando il nuovo programma della Rete “DynAlp-Nature” con il quale vengono promosse idee innovative e trasferibili che si pongano l’obiettivo di conservare e migliorare la biodiversità quale elemento positivo per la qualità della vita degli abitanti dello spazio alpino;

RILEVATO che

  1. – gli obiettivi della Rete di Comuni “Alleanza nelle Alpi” coincidono con il programma di governo proposto da questa amministrazione comunale;
  2. – questo Comune ha aderito alla Rete di Comuni “ALLEANZA NELLE ALPI” con sede legale a Bad Reichenhall e sede operativa presso il Comune di Ubersee am Chiemsee – Germania e approvato lo Statuto dell’Associazione “Alleanza nelle Alpi”;

DATO ATTO che i Comuni italiani membri della rete di comuni “Alleanza nelle Alpi” intendono costituire l’associazione “Alleanza nelle Alpi Italia” (di seguito AIDA Italia), associazione operativa dei comuni italiani e dei soci cooperanti membri dell’associazione internazionale “Rete di comuni Alleanza nelle Alpi” con i seguenti scopi e finalità:

  • attuazione dello Statuto della “Rete di comuni Alleanza nelle Alpi”;
  • coordinamento e comunicazione tra i comuni italiani ed i soci cooperanti membri della rete di comuni “Alleanza nelle Alpi” in ordine alla realizzazione di progetti, anche di carattere regionale, per uno sviluppo sostenibile dello spazio alpino;
  • organizzazione di seminari e manifestazioni;
  • reperimento di risorse finanziarie per l’attuazione degli scopi di AIDA Italia;
  • cooperazione con altre reti e/o organizzazioni che a livello nazionale hanno finalità analoghe a quelle di AIDA Italia;

[…]

CON voti favorevoli unanimi, espressi per alzata di mano,

D E L I B E R A

– DI COSTITUIRE, per le motivazioni indicate in premessa, l’associazione “Alleanza nelle Alpi Italia”.
– DI APPROVARE lo Statuto dell’Associazione “Alleanza nelle Alpi Italia”, che si compone di n.11 articoli e che viene allegato alla presente deliberazione per farne parte integrante e sostanziale.
– Di dichiarare con voti favorevoli unanimi, espressi per alzata di mano, il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134, 4° comma, del D.Lgs. 18 agosto 2000, n.267.

Clicca qui per visualizzare lo Statuto di Aida Italia.