“A place to call home” di Jonathan Fox

Dal sito di Regione Lombardia:

Emergenza abitativa: sostegno alle famiglie in situazione di grave disagio economico per il pagamento dell’affitto e iniziative per favorire la mobilità nel settore della locazione (art.11, comma 3 legge 431/98 e legge 80/2014)

Approvata il 25 luglio dalla Giunta regionale della Lombardia la dgr 2207 del 25 luglio 2014 con la quale Regione Lombardia ha stanziato 39 milioni di euro per l’emergenza affitti e per favorire la mobilità della locazione. L’iniziativa regionale si rivolge alle famiglie che si trovano un una situazione di grave disagio economico.
Le risorse regionali sono così declinate:

– 31 milioni di euro riservati alle misure “a sostegno di famiglie con grave disagio economico”. Destinatari: inquilini con limite massimo di Isee-fsa fino a 9.500 euro (importo massimo del contributo 2.000 euro), con la possibilità di accesso al contributo anche per i titolari di un contratto di locazione a canone moderato. Tempi di presentazione delle domande: dal 15 settembre a 31 ottobre 2014.

– 8 milioni di euro riservati a iniziative a sostegno della mobilità nel settore della locazione.Obiettivi: garantire la mobilità nel settore della locazione, attraverso il reperimento di alloggi da concedere in locazione a canone concordato o rinegoziazione dei contratti a canoni inferiori. Destinatari: Comuni ad alta tensione abitativa e a fabbisogno abitativo critico

Tempi di adesione dei Comuni: entro il 15 settembre 2014 e invio di un piano di attività entro il 15 ottobre 2014 che dovrà poi essere validato da Regione Lombardia.

UNA RISPOSTA CONCRETA A 17.000 FAMIGLIE – “Lo stanziamento più cospicuo – ha spiegato L’Assessore Bulbarelli – è destinato agli inquilini che hanno un reddito Isee-fsa (dunque non imponibile) fino a 9.500 euro che potranno ricevere un contributo fino a 2.000 euro. La novità è che possono accedere al finanziamento i titolari di contratti di affitto a canone moderato. Si tratta di una risposta concreta a una situazione di emergenza abitativa molto forte, non solo a Milano”.

CONDIZIONI – L’erogazione del contributo potrà avvenire direttamente al proprietario, a patto che dichiari di non aumentare il canone di locazione, di non attivare procedure di rilascio e di rinnovare il contratto in scadenza. In caso di mancata accettazione, il Comune disporrà l’erogazione diretta all’inquilino. Le domande potranno essere presentate dal prossimo 15 settembre e fino al 31 ottobre 2014.

8 MILIONI AI COMUNI PER LA MOBILITÀ – “Con questi fondi – ha proseguito l’assessore – vogliamo garantire la mobilità nel settore della locazione, attraverso il reperimento di alloggi da concedere in affitto a canone concordato o attraverso la rinegoziazione dei contratti a canoni inferiori”. La misura è rivolta ai Comuni ad alta tensione abitativa e a fabbisogno abitativo critico, elevato e in aumento.

Allegati

Misure per il sostegno all’affitto 2014 (760 KB) PDF
39 MLN € per emergenza affitti (245 KB) PDF