Caduta massi in Zaffalino

A seguito delle forti precipitazione dei giorni scorsi, un masso di circa 10 quintali si è staccato dalla parete rocciosa in località Botto Alto di Ardesio, abbattendosi contro le abitazioni private in località Zaffalino. Sul versante, dopo un sopralluogo con i tecnici del Comune di Ardesio e della sede territoriale di Regione Lombardia, è stata rilevata la presenza di altri blocchi rocciosi in precario stato d’equilibrio e la cui coesione con il resto della parete rocciosa è apparsa molto incerta. Visto il persistere di una condizione di pericolo con elevato rischio di caduta massi nei confronti del nucleo storico di Zaffalino, si è reso necessario intervenire a salvaguardia della pubblica incolumità mediante l’attivazione di un pronto intervento per lavori di realizzazione di una barriera paramassi con reti elastoplastiche. L’intervento avrà un costo di Euro 70.000, di cui l’80% viene garantito da Regione Lombardia e la rimanente parte dal Comune di Ardesio. Il sindaco ha inoltre firmato un’ordinanza di sgombero per le famiglie interessate nella zona che prevede l’evacuazione dei residenti al civico 3 di via Zaffalino, la chiusura al pubblico della chiesa di S. Antonio, il divieto di accedere alle abitazione sottostanti l’evento calamitoso e il divieto di sosta e transito su tutta via Zaffalino fino a nuova disposizione. Si presume che i divieti possano esser revocati al termine della posa della rete provvisoria, previsto entro fine settimana, a cui seguiranno i lavori definitivi per la messa in sicurezza generale.

Alcune immagini della zona interessata: