Presentazione risultati progetto “Noi siamo le montagne”

Presentazione risultati prima parte progetto Noi siamo le montagne e presentazione seconda parte formazione

Comune di Ardesio (Bg) – Sala consigliare – h. 10.00 – SABATO 18 ottobre 2014

Il giorno 18 ottobre alle ore 10.00 presso la Sala Consigliare del Comune di Ardesio verranno presentati i risultati della prima parte del progetto “Noi siamo le montagne” finanziato e promosso dal Comune di Ardesio e Alleanza delle Alpi nell’ambito del progetto Europeo dynAlpNature e realizzato da Nueva Idea, Social Tour con la collaborazione di Noi Alpi.
Nell’ambito dell’incontro verrà inoltre presentata la seconda parte che inizierà nel mese di novembre 2014 di cui alleghiamo il volantino descrittivo:

Mountain Blogger

Il progetto “Noi siamo le montagne” nasce per rispondere alle esigenze di sviluppo del territorio dell’alta Valle Seriana ed ha come obiettivo principale quello di accompagnare gli abitanti in un percorso di maggiore consapevolezza delle potenzialità del proprio territorio, in particolare quelle naturalistiche, produttive, agricole e culturali, mettendo in evidenza le criticità e le positività. Parlando di sistemi montani si parte sovente dal tema del turismo, come se questo possa rappresentare di per sé una soluzione ad ogni problema. In realtà, il vero punto di partenza per gli abitanti delle comunità, deve essere quello di iniziare a vivere il proprio territorio in modo diverso, più coinvolgente, sentendosi protagonisti attivi, creatori e gestori del proprio presente e prima di tutto orgogliosi di viverci, tenendo conto della storia, delle capacità e delle competenze personali.

“Noi siamo le montagne” vuole rappresentare uno spazio nel quale qualità e biodiversità si devono intrecciate con la storia e la cultura locale, per diventare patrimonio delle comunità da tutelare, da difendere, da potenziare, da studiare, da comunicare per decidere insieme agli abitanti stessi come poterlo utilizzare e valorizzare: solo successivamente tutto questo potrà diventare attrattiva turistica. Il nostro progetto di sviluppo vede al centro la tutela e lo sviluppo sostenibile della montagna attraverso il coinvolgimento dei suoi abitanti, partendo dalla storia e dalla cultura locale, sviluppando le condizioni che permettano di vivere e lavorare in montagna in un equilibrio in cui l’uomo stesso rappresenta un tassello del sistema in grado di migliorare e conservare gli elementi che lo circondano e quindi, successivamente, di farli diventare elementi utili anche per il turismo.

I risultati

Cattura2

 

Cattura

 

Il progetto ci sta permettendo di costruire un modello nuovo di mappa di comunità con il coinvolgimento di ragazzi e adulti in modo moderno, dinamico, interattivo trasmettendo competenze nell’ambito dell’animazione del territorio e dell’educazione ambientale, con l’obiettivo di realizzare degli eventi che diano visibilità al territorio stesso. Abbiamo iniziato nel mese di gennaio 2014 con la finalità di costruire una “cabina di regia” che potesse diventare un riferimento sul luogo nell’ambito dell’animazione territoriale. Attraverso un incontro pubblico nel mese di gennaio 2014 si è dato via al progetto, che ha visto la costituzione di un gruppo di persone rappresentative delle diverse aree del territorio. Stabilmente presenti agli incontri sono state circa 14 persone (indicative dell’area) e insieme a loro si sono delimitati i confini da rappresentare ovvero i comuni di Cerete, Songavazzo, Rovetta, Oltressenda Alta, Gromo, Gandellino, Valgoglio, Ardesio, Boario, Villa d’Ogna, Onore. Nel gruppo sono stati coinvolti anche alcuni allevatori della valle. Si è proceduto con il definire quali erano, in una prima fase, le informazioni da acquisire. Si sono individuate, area per area, le realtà più indicative che potessero rappresentare dei punti di riferimento come ad esempio le parrocchie, le associazioni sul territorio, le biblioteche, ecc… e insieme a loro si sono raccolte le informazioni.

Essendo l’obiettivo principale quello di raccontare il territorio attraverso gli occhi, i cuori, le storie degli abitanti, sono state individuate le “cose” alle quali gli abitanti sono più legati o che piacciono di più (in una scelta di preferenze che prevedeva natura, tradizioni, monumenti, arte, feste, eventi, prodotti/piatti tipici, prodotti agricoli). Abbiamo inoltre sondato le cose che non piacciono dei posti in cui si vive, quali sono i luoghi che in passato avevano molta importanza quindi da tornare a valorizzare, quali potevano essere le manifestazioni passate da far rivivere e quali servizi mancano di cui la gente vorrebbe usufruire. Lo scopo della raccolta di questi dati è stato quello di poter abbozzare la costruzione di una mappa di comunità interattiva e multimediale: l’aspetto innovativo di questa mappa è quello di trovarsi on-line e quindi di poter consentire a chiunque, in qualsiasi momento, di aggiornare i suoi contenuti utilizzando un linguaggio completo, moderno e diretto attraverso testi, video e foto. Infatti il gruppo si era posto, fin da subito, il problema di come poter raggiungere la maggior parte delle persone che abitano il territorio. Per questo motivo era nata l’idea di portare on-line le mappe di comunità tradizionali. I pastori (e non solo) che partecipano al progetto possono postare foto, frasi o video direttamente dai pascoli, rendendo gli elementi della mappa ancora più coinvolgenti e reali. Come detto precedentemente, obiettivo principale del progetto è il coinvolgimento della popolazione, in particolare nella presa di coscienza dell’importanza del proprio territorio, destinazione anche delle stesse mappe di comunità, a cui segue un ulteriore obiettivo che è quello dell’acquisizione delle competenze.

Essendo uno degli obiettivi principali delle mappe quello di creare aggregazione, per poter animare e raccontare il territorio, nella seconda parte del progetto viene proposto un corso di formazione dal titolo “MOUNTAINS BLOGGER“.

MOUNTAINS BLOGGER rappresenterà innanzitutto un momento d’incontro tra gli abitanti del territorio nel quale ci si confronterà sulle conoscenze in un modo nuovo e dinamico attraverso laboratori foto-video, di scrittura creativa, di educazione ambientale e lettura del territorio e di uso dei social network: un modo nuovo ed accattivante per imparare a raccontare i propri paesi. Il secondo obiettivo importante di MOUNTAINS BLOGGER è quello di trasferire, agli abitanti della Valle, nuove competenze che possano permettere, in autonomia, di raccontare il proprio territorio direttamente sulla mappa di comunità interattiva e in tutti gli ambiti in cui organizzazioni, associazioni, parrocchie svolgono attività sul territorio. Il progetto si svolgerà su due weekend residenziali: il primo il 15-16 novembre 2014 nel quale i partecipanti, coordinati dai formatori, realizzeranno le narrazioni dei propri luoghi. Il secondo si svolgerà (in data da definire nel mese di marzo), con lo scopo di allestire la mappa interattiva, inserire i racconti multimediali e i testi raccolti e dare visibilità all’intero lavoro svolto.

 

Per informazioni sul progetto:

www.nuevaidea.it/politiche
dott. Guazzi Luciano  e mail: lucianoguazzi@nuevaidea.it
www.nuevaidea.it – www.socialtour.eu

oppure amministrazione comunale di Ardesio:
Assessore servizi alla persona, turismo e sport
Donato Guerini  e mail: info@comune.ardesio.bg.it