Comunicato stampa su Unione di Comuni “Asta del Serio”

Gli elementi per poter modificare correttamente i criteri di riparto delle spese saranno evidenti soltanto dopo 6, o meglio ancora 12 mesi di esercizio dell’Unione in tutte le sue funzioni per i Comuni aderenti. Si aggiunga, inoltre, che l’imminente scadenza degli obblighi di legge impedisce di tergiversare ulteriormente: si deve procedere per evitare sanzioni e ritardi. Concetti ripetuti più volte in tutte le sedi opportune e che rendono, quindi, di fatto irricevibile la richiesta del Comune di Oltressenda Alta di modificare le percentuali di riparto e/o eventuali incontri per ulteriori approfondimenti.

Con queste parole, gli amministratori di Ardesio, Piario e Villa d’Ogna liquidano la richiesta di Oltressenda Alta, spianando di fatto la strada per l’uscita consensuale di quest’ultimo Comune dall’Ente costituito pochi mesi fa e presieduto dal sindaco di Ardesio, Alberto Bigoni, il quale afferma:

La condivisione delle idee ed il confronto costruttivo tra i sindaci sono stati alla base delle attività sin qui poste in essere. La volontà dichiarata è stata quella di trasformare l’obbligo della gestione associata in un’opportunità, a maggior ragione se pensiamo che il Comune di Ardesio non è soggetto a tale obbligo in quanto avente una popolazione superiore ai 3.000 abitanti. Quello che ci ha mossi finora è lo spirito di sussidiarietà, elemento fondamentale delle azioni degli amministratori attenti ai bisogni del territorio. Per poter lavorare, però, l’Unione necessità soprattutto di un clima generale di serenità, dato che le difficoltà da affrontare nella gestione di tutte le funzioni sono molte: una strada in salita che non necessita di ulteriori ostacoli. Condizione che riteniamo sia venuta meno. I nostri Consigli Comunali ci hanno dato mandato di operare al fine del conseguimento di un obiettivo dichiarato – far funzionare al meglio la macchina dell’Unione-, quindi abbiamo l’impegno di operare per raggiungerlo. L’intesa tra il sottoscritto, il sindaco di Piario e quello di Villa d’Ogna è totale e vogliamo procedere con l’Unione senza intoppi che necessariamente si creerebbero con la presenza di un Comune in Unione che non ha acconsentito al trasferimento delle sue funzioni all’Ente. Chiediamo quindi al sindaco Vanoncini di procedere in tempi rapidi con la presentazione della richiesta di recesso dall’Unione. Se così fosse, non escludiamo che nel futuro l’Unione “Asta del Serio” possa prendere in considerazione l’ipotesi di convenzionarsi con Oltressenda. Una eventualità, quest’ultima, assolutamente esclusa nell’immediato.

La disponibilità dei sindaci Bigoni, Visini e Bellini nei confronti di Vanoncini si spinge al punto di proporre all’attenzione dell’Assemblea dell’Unione in tempi molto rapidi, qualora vi fosse la domanda di recesso di Oltressenda Alta, una modifica statutaria che riduca i giorni di preavviso per uscire dall’Ente dagli attuali 180 al numero minimo possibile.

Una volta espletata l’uscita di Oltressenda, le attività dell’Unione saranno:

  1. Sottoscrizione di una nuova convenzione tra i Comuni di Ardesio, Piario e Villa d’Ogna con l’Unione “Asta del Serio” per il trasferimento delle funzioni;
  2. Presentazione del Bilancio Previsionale 2014 avente come unico obiettivo l’espletamento delle procedure di gara per il sistema informatico.

Per quanto concerne il Bilancio previsionale 2015, invece, la situazione che si è venuta a creare impone un rinvio equivalente ai tempi di approvazione dei Bilanci dei rispettivi Comuni, quindi posticipando il tutto al 2015 inoltrato. Nel momento in cui il Comune di Oltressenda Alta non dovesse però procedere alla presentazione della domanda di recesso dall’Unione, l’unica ipotesi attuabile per evitare lo stallo che si genererebbe, avendo un Comune in Unione senza le relative funzioni trasferite, è la seguente: i tre Comuni di Ardesio, Piario e Villa d’Ogna proporranno ai rispettivi consigli comunali l’uscita dall’Unione “Asta del Serio” al fine di costituirne un’altra in tempi brevissimi. Queste, fatte salve valutazioni più specifiche che verranno poste in essere nei prossimi giorni con il supporto del segretario comunale e della Prefettura di Bergamo, sono le attività che l’Unione di Comuni lombarda “Asta del Serio” affronterà, nella certezza da parte degli amministratori che il percorso intrapreso sia quello corretto per il conseguimento dell’obiettivo primario: erogare sempre più servizi ai propri cittadini, nel modo più efficace ed efficiente possibile, quindi al costo più basso.

Ardesio, lunedì 17 novembre 2014

Il sindaco di Ardesio, Alberto Bigoni

Il sindaco di Piario, Pietro Visini

Il sindaco di Villa d’Ogna, Angela Bellini

"broken macbook home key" di Doctor Rose da Flickr.com
“broken macbook home key” di Doctor Rose da Flickr.com