Il Parco ha deciso: Morandi estromesso

Da l’Eco di Bergamo del 29 novembre 2014:

Il Parco ha deciso: Morandi estromesso

L’attesa si è prolungata proprio fino a giovedì, data entro la quale l’ex direttore di banca ed ex sindaco di Valbondione poteva rispondere alla richiesta formale avanzata dal presidente del Parco, Yvan Caccia, per chiedergli se avesse ancora intenzione di partecipare alle riunioni che diserta dall’inizio del 2013. Da prima, cioè, che scoppiasse la bufera sui presunti ammanchi al Private banking di Intesa Sanpaolo a Fiorano al Serio che Morandi ha diretto sino alla fine del giugno 2013. E ben prima che per lui scattassero gli arresti domiciliari con l’accusa di furto, truffa e falso (il 9 maggio scorso), poi revocati all’inizio di novembre. Le sue assenze nel direttivo del Parco sono state “sopportate” per oltre un anno, fino al 6 marzo 2014, quando Caccia ha messo all’ordine del giorno la questione. L’impasse è stato anche oggetto di un’interpellanza depositata in Regione dal consigliere del Pd Jacopo Scandella il 10 aprile. Si è giunti all’assemblea del 13 scorso, da cui è partita la raccomandata destinata a Valbondione. Giovedì scadevano i 15 giorni entro cui Morandi poteva comunicare alla sede del Parco, ad Albino, le sue intenzioni. Ma non è arrivata alcuna risposta. È quindi scattato il semaforo verde alla revoca, che l’assemblea ha messo ai voti. A favore hanno votato i presidenti delle Comunità montane Valle Seriana e di Scalve, Alberto Bigoni e Guido Giudici, mentre il collega brembano Alberto Mazzoleni, da sempre contrario alla revoca, non era presente alla seduta e aveva delegato il sindaco di Lenna Jonathan Lobati. Che aveva pure la delega della Provincia, ente che (dovendo scegliere) ha poi scelto di rappresentare, astenendosi dal voto. A Morandi è subentrato Mario Cominelli, assessore ai Lavori pubblici di Parre, proposto da Bigoni. “Il che non era scontato, visto che in base al nostro statuto i consiglieri non hanno vincolo di mandato e quindi non rappresentano la loro valle, ma tutto il territorio del Parco – spiega il presidente Caccia –. Va da sé che il successore di Morandi poteva anche non essere seriano”. Una proposta alternativa in effetti c’era: Lobati ha infatti proposto il nome del sindaco di Foppolo Giuseppe Berera, ma ha raccolto un solo voto e così l’ingegner Cominelli è entrato nel direttivo del Parco.

Cattura