Il paravalanghe: la conferenza di servizi

DSC_0340Avanzano le procedure per la realizzazione delle opere paravalanghe a protezione del centro abitato di Ludrigno.

Con la conferenza di servizi svoltasi giovedì 26 marzo, il progetto definitivo delle opere paravalanghe a protezione del centro abitato di Ludrigno, redatto dal raggruppamento di professionisti coordinato dall’Ing. Maassimiliano Barbolini di FLOW-ING Srl, e comprendente l’Ing. Domenico Luciani e la Dott. Geol. Giovanna Sacchi, ha conseguito i pareri e le autorizzazioni da parte degli Enti competenti. Il progetto, che ha ulteriormente approfondito le indicazioni contenute nel progetto preliminare presentato nell’assemblea pubblica dello scorso dicembre, ha affrontati i vari temi e indirizzi emersi dopo la prima fase progettuale, sotto il profilo tecnico, in particolare col contributo della Direzione Generale Urbanistica e Difesa del suolo della Regione Lombardia e dello STER di Bergamo (anche giovedì direttamente presenti rispettivamente con l’Ing. Roberta Cotignola e con l’Ing. Claudio Merati), e anche sulla scorta del confronto con la popolazione per quanto riguarda l’impatto territoriale. Particolare attenzione è stata prestata a consentire un’agile attuazione degli interventi, grazie anche alla disponibilità data da ENEL Distribuzione per trovare soluzioni di eliminazione di ogni interferenza. Va ricordato che è prevista la realizzazione di un vallo a protezione della contrada di Ludrigno, costituito da terre armate e rimodellazioni del terreno che sarà comunque ridestinato a prato.Nel frattempo sono stati effettuati gli avvisi di avvio di procedimento nei confronti dei proprietari della aree interessate ai sensi del DPR 327/2001, attivando quindi le procedure di acquisizione di eventuali osservazioni che porterà alla acquisizione della disponibilità delle aree e all’approvazione del progetto definitivo da parte della Giunta Comunale. Si avvicina quindi ulteriormente l’inizio concreto dei lavori finanziati dalla Regione Lombardia, che ha affidato al Comune di Ardesio il ruolo di Ente Attuatore; con la successiva approvazione del progetto esecutivo, prevista entro un mese dall’approvazione del definitivo, potranno essere messi a gara e avviati per la prossima estate, concretizzando così uno straordinario intervento a salvaguardia dell’incolumità degli abitanti dell’antica contrada di Ludrigno.

Il sindaco, Alberto Bigoni