"Rescue teams reach communities in earthquake-hit, Chautara, Nepal" da Flickr.com
“Rescue teams reach communities in earthquake-hit, Chautara, Nepal” da Flickr.com

Riceviamo una lettera da parte di Anci che ci invita a sostenere la raccolta fondi per l’emergenza del Nepal e la condividiamo immediatamente:

Gentile Sindaco, Le scriviamo in merito allo spaventoso terremoto che ha devastato il Nepal lo scorso sabato 25 aprile. Ad oggi il numero delle vittime è di quasi 5.000 morti e 9.700 feriti, un bilancio destinato a salire nel corso dei prossimi giorni, quando le operazioni di soccorso saranno operative anche nelle aree più difficili da raggiungere: nei 35 distretti del paese risultano colpite oltre 8 milioni di persone. Come priorità, l’UNICEF ha l’obiettivo di raggiungere 1,7 milioni di bambini che vivono nei 21 distretti più gravemente colpiti dal terremoto e che hanno urgente bisogno di assistenza umanitaria. Sono infatti i bambini e gli adolescenti, circa il 40% della popolazione del paese, i più esposti e vulnerabili: l’accesso limitato all’acqua potabile e ai servizi igienici comportano gravi rischi di malattie veicolate dall’acqua, mentre molti bambini risultano separati dalle loro famiglie. In questo contesto, e nell’ambito del Protocollo d’Intesa che lega ANCI e UNICEF Italia, siamo a chiederLe di sostenere la raccolta fondi dell’UNICEF per dare assistenza e aiuti immediati ai bambini e alle famiglie colpite dal terremoto, con un contributo della Sua amministrazione e dando massima diffusione fra i suoi concittadini dell’appello di raccolta fondi dell’UNICEF. 

Si può sostenere la raccolta fondi dell’UNICEF con donazioni sul ccp 745000, o chiamando il numero verde 800.745.000, o andando sul sito dedicato www.unicef.it/nepal, o inviando (fino al 10 maggio) un sms solidale al numero 45596. 

In queste ore ogni aiuto, anche la più piccola donazione o SMS solidale o chiamata al 45596 di UNICEF e WFP (World Food Programme), ha un grandissimo valore per i bambini nepalesi. Certi della Sua sensibilità Le rinnoviamo i ringraziamenti per la Sua gentile collaborazione e Le inviamo i più cordiali saluti.

F.to Piero Fassino, Presidente Anci; F.to Giacomo Guerrera, Presidente Unicef Italia