È iniziata venerdì 11 dicembre 2015 a Ponte San Pietro la seconda fase di “Ma che disastro! 2.0”, iniziativa del Centro di Etica Ambientale insieme al Consorzio del Bacino Imbrifero Montano dei Fiumi Brembo, Serio e del Lago di Como, che prevede una serie di incontri nei Comuni della Bergamasca per approfondire il tema del dissesto idrogeologico. Questo progetto mira ad accrescere l’informazione riguardo le sempre più drammatiche ed attuali tematiche del dissesto idrogeologico e dell’instabilità dei territori, al fine di sensibilizzare la popolazione e di identificare le zone di rischio delle bergamasca. “Ma che disastro 2.0” ha l’obiettivo di creare una rete di discussione e confronto stabili per affrontare i temi del dissesto idrogeologico e del territorio per comprendere quali sono i rischi a cui la bergamasca è sottoposta, sensibilizzare la popolazione e aiutarla a contribuire alla prevenzione, smuovendone la coscienza sociale. Il rapporto tra cittadino e territorio costituirà il nucleo centrale di discussione e dibattito per comprendere quali siano i comportamenti da mantenere e quelli invece da evitare, approfondendo come le azioni che quotidiane si ripercuotano sul territorio.  Il corso affronterà in maniera interdisciplinare e trasversale queste scottanti ed attuali tematiche con lo scopo di creare informazione ed un luogo di confronto dove relazionarsi e discutere sulla tutela del territorio bergamasco.

I prossimi incontri:
27 gennaio 2016 ad Ardesio (Sala Civica)
– 29 gennaio 2016 a San Giovanni Bianco
– 24 febbraio 2016 ad Alzano Lombardo
Gli incontri sono riconosciuti dall’Ordine degli Ingegneri e dall’Ordine degli Architetti di Bergamo e permettono di ottenere due crediti formativi professionali.
Per informazioni, tel. 035 0063711 – emai: info@centroeticaambientale.com. CEA, Centro di Etica Ambientale, Lombardia Bergamo, via Carlo Alberto, 23 – 24126 Bergamo, www.centroeticaambientale.com


 La locandina dell’evento di ARDESIO


machedisastro