Tecnologia in donazione per il no profit

Oggi su l’Eco di Bergamo si parla di TechSoup, una bella notizia che riguarda la tecnologia in donazione per il no profit, di cui il territorio ardesiano (e della Valle Seriana, in generale) è sicuramente ricco. Consigliamo a tutti la lettura dell’articolo

La «zuppa tecnologica» è servita: software gratuiti per il no profit

Verrà presentato giovedì «Techsoup», programma mondiale di donazioni promosso da SocialTechno e Fondazione Cariplo
La diffusione della tecnologia al servizio del Terzo settore è l’obiettivo di «Techsoup», ovvero «zuppa tecnologica», realtà nata trent’anni fa a San Francisco e da alcuni anni presente anche in Italia, promossa da SocialTechno, una srl chè è anche impresa sociale. Il progetto viene presentato giovedì 24 a Bergamo, tappa del roadshow che Techsoup sta compiendo in Italia in collaborazione con Fondazione Cariplo. «Techsoup è un programma mondiale di donazione di software a organizzazioni non profit beneficiarie. Obiettivo lo sviluppo digitale nel mondo del Terzo settore» spiega Davide Minelli, direttore di Techsoup Italia. I donatori sono colossi come Microsoft, Adobe, Autodesk, Cisco, Google, Symantec, per ricordarne solo alcune. «È un’opportunità veramente interessante per il non profit bergamasco – commenta Carlo Vimercati, presidente della Fondazione della Comunità bergamasca – , che può con costi minimi migliorare la propria dotazione tecnologica con i grandi vantaggi che questo comporta». «Le grandi imprese donano il software, TechSoup valuta l’idoneità delle richieste e fornisce l’accesso agli applicativi – continua Minelli -. Le licenze sono messe a disposizione gratuitamente o a un costo scontato del 90-95 per cento. Cifra che serve a coprire i costi amministrativi del progetto». Possono aderire al progetto le organizzazioni onlus, o non profit attive in campo sociale e gli enti religiosi. «I prodotti che abbiamo a disposizione sono numerosi; qualcuno si stupisce per i costi ridotti, ma non c’è nessun inganno: le grandi imprese credono nella responsabilità sociale» chiarisce Minelli. Techsoup Italia ha stimato che a livello nazionale ci siano circa 300 mila organizzazioni non profit, la metà di esse potrebbero aderire al loro programma, migliaia sarebbero quelle bergamasche. «Per ora – dice Minelli – gli iscritti a Techsoup sono diecimila, ma il nostro obiettivo futuro è di arrivare a centomila». C’è un altro aspetto: numerose realtà del Terzo settore non hanno risorse economiche per acquistare prodotti informatici, con il rischio che spesso li «scarichino» illegalmente. Aderire al programma significa anche sanare queste situazioni. Per accedere al programma le organizzazioni devono accreditarsi sul sito di Techsoup (www.techsoup.it).

Il sito di techsoup.it
Il sito di techsoup.it