Ardesio perde due “soci” della piazzola

Articolo di Enzo Valenti pubblicato su l’Eco di Bergamo del 23 febbraio 2017.
Provincia
Ardesio perde due «soci» della piazzola // I Comuni di Villa d’Ogna e di Piario, che compongono l’Unione Comuni «Lombarda Asta del Serio» rinunceranno a far confluire i rifiuti solidi urbani alla piazzola ecologica di Ardesio. La rinuncia diventerà effettiva dopo la ratifica della stessa, a fine anno, dei rispettivi consigli comunali i cui sindaci hanno già inviato, il 31 dicembre scorso al comune di Ardesio, una lettera con avviso di rinuncia.
Porta a porta // Perché tale decisione? Lo spiega il sindaco di Villa d’Ogna, Angela Bellini, tra l’altro presidente dell’Unione dei due Comuni che afferma: «C’è ancora una forte resistenza di una parte dei cittadini di Villa d’Ogna e Piario ad utilizzare il centro di raccolta di Ardesio. Questo a causa della lontananza che li obbliga a recarsi con propri mezzi alla piattaforma ecologica. Siamo convinti che l’obiettivo di incentivare la raccolta differenziata verrà raggiunto ripristinando il servizio porta a porta, oppure zona per zona, in modo da essere più capillari, raggiungendo ogni angolo dei territori comunali e ogni categoria di persone, in particolare agli anziani e persone che hanno difficoltà a spostarsi. Alla piazzola di Ardesio poi non sono mai entrate in funzione le pesature degli accessi, per questo motivo quei pochi che vengono fatti dai nostri utenti sono estremamente costosi». Aggiunge Pietro Visini, sindaco di Piario: «Più volte abbiamo chiesto all’attuale Amministrazione di Ardesio di farci avere i dati relativi agli accessi e quelli relativi alla vendita dei materiali recuperabili, quali carta, legno, vetro ecc… Non ci sono mai stati spediti e questo è uno dei motivi fondamentali del nostro recesso».

La convenzione // I due comuni stanno studiando ora le modalità per una differente raccolta e per accedere ad altre piazzole del territorio. La scelta delle due amministrazioni però non è stata accolta Yvan Caccia, sindaco di Ardesio: «Si tratta di una palese ritorsione nei confronti del nostro Comune in quanto è uscito dall’unione Comuni. Mi verrebbe voglia di invitare i due sindaci a non conferire più i loro rifiuti sin da ora. Vedremo le conseguenze che si verificheranno. Siamo comunque pronti anche ad esaminare, se necessario, come è stata predisposta la convenzione che ha coinvolto nel suo utilizzo anche i comuni di Piario e Villa d’Ogna». Ad utilizzare il servizio della piazzola ora rimangono i Comuni di Ardesio e di Gromo.


Il centro di raccolta rifiuti di Ardesio, fotografia del giorno dell'inaugurazione
Il centro di raccolta rifiuti di Ardesio, fotografia del giorno dell’inaugurazione