Il consiglio comunale

Giovedì 30 marzo 2017 si è tenuto il Consiglio Comunale ad Ardesio. All’ordine del giorno diversi punti, di cui alcuni meri adempimenti burocratici quali il recepimento e l’approvazione del nuovo statuto della società Uniacque S.p.a. e l’adozione di piccole varianti al Regolamento Edilizio Comunale, in particolare con la previsione dell’abolizione della Commissione Edilizia. E’ stata votata la prima variazione di bilancio dell’anno, per l’importo complessivo di circa €. 40.000, destinati in parte a interventi tecnici e informatici per la scuola, nonché a favore di svariati interventi di natura socio assistenziale. Il Consiglio ha altresì approvato la convenzione per la delega dell’esercizio di funzione di stazione appaltante ex art. 37 coma 4 D.lgs n. 50/2016 alla Provincia di Bergamo; pur non avendone l’obbligo e nonostante la maggior parte degli appalti gestiti dal Comune di Ardesio siano “sotto soglia” e gestiti direttamente, il Consiglio ha ritenuto di approvare una convenzione che consentirà in futuro di adempiere prontamente agli obblighi derivanti dalla gestione degli appalti in capo ad una Centrale Unica di Committenza, rappresentata appunto dalla Provincia.

Il pcc “San Pietro”

Il punto più interessante si è rivelato senz’altro l’approvazione del permesso di costruire convenzionato denominato “San Pietro”, inserito nel Piano di Governo del Territorio con l’apposita scheda n.18 delle “Norme tecniche di attuazione” del “Piano delle Regole”. Tale scheda è stata quindi approvata all’interno del quadro generale votato dal Consiglio Comunale con Deliberazione n. 31 del 17/6/2013 dall’allora maggioranza. Il permesso di costruire prevedeva, già nella scheda del 2013, quanto segue:

  • la cessione gratuita al Comune di area a standard proveniente da permuta tra privati, della superficie catastale di mq. 100,00 come previsto dalla citata scheda PdCC 18;
  • la compartecipazione a interventi di mitigazione paesistica/ambientale o di realizzazione di infrastrutture pubbliche commisurate alle previsioni insediative intervenute, da concordare con l’Amministrazione Comunale, per un importo non inferiore a € 20.000,00;
  • l’esecuzione diretta dell’intervento di arretramento della muratura di recinzione e dello sbancamento in corrispondenza del sagrato di S. Pietro.

L’intervento di arretramento è stato già posto in essere nel 2014, con un risultato decisamente interessante. Ora l’amministrazione deve concludere il tutto con la valorizzazione del luogo, mediante la posa di adeguato arredamento urbano ed illuminazione: il sindaco ha informato l’assemblea consiliare del fatto che, congiuntamente alla ProLoco, si sta attivando in tal senso. In definitiva, l’applicazione pratica delle schede del PGT approvate da Ardesio Unita, come testualmente evidenziato dal sindaco Caccia, porta beneficio al Comune: siamo felici di constatare che il nostro lavoro abbia una ricaduta positiva e confidiamo che si continui in tal senso.

Ardesio Unita