Festa di Liberazione, nel 2017 ad Ardesio non si è commemorato

25 aprile 2014, Ardesio, celebrazione della "Festa della Liberazione"

Nel 2014 l’amministrazione comunale di Ardesio (“Ardesio Unita”, la lista civica che ha guidato il paese dal 2009 al 2016) ha introdotto la celebrazione della Festa di Liberazione, fino a quel punto mai celebrata nel paese dell’alta Valle Seriana, insieme alle associazioni ed ai cittadini con un momento di raccoglimento davanti al Monumento dei Caduti posto all’ingresso del cimitero del capoluogo. Gli anni seguenti, 2015 e 2016, la celebrazione è continuata. Nel giugno 2016 le locali elezioni amministrative hanno decretato la vittoria della Lega Nord e nel 2017 tale gruppo amministrativo non ha commemorato la ricorrenza, segnando una ingiustificata frattura rispetto alle scelte di Ardesio Unita: la speranza è che non si tratti di becera ideologia. Non troviamo le parole per descrivere il nostro rammarico nei confronti della volontà di interrompere una breve ma significativa testimonianza che Ardesio ha tributato alla Liberazione, ma dobbiamo continuare a lottare e sperare, perchè…

…la Liberazione ci ricorda, ogni anno, che quel regime non esiste più, ma che potrebbe tornare sotto mille altre subdole forme e questo ci spinge a stare in guardia, costantemente, informando le giovani generazioni e dando il buon esempio, svolgendo onestamente il nostro dovere di amministratori, di cittadini, di lavoratori, di padri, madri e figli. Sosteniamo, soprattutto in questi momenti difficili, la nostra Libertà, ricordando le parole di Calamandrei: “La libertà è come l’aria: ci si accorge di quanto vale quando comincia a mancare”. Vogliamo continuare a respirare a pieni polmoni, quest’aria, ed è per questo che diciamo “Viva il 25 aprile, viva l’Italia!”.

Finale del discorso dell’allora sindaco di Ardesio, Bigoni, 25 aprile 2014


La città di Bergamo, come tantissimi altri Comuni bergamaschi, ha tributato il giusto riconoscimento alla Festa di Liberazione. Alcune immagini del corteo: