Distributori che vanno, distributori che vengono

Foto di Markus Spiske da Unsplash.com (https://unsplash.com/search/gas-station?photo=o8IfF0RUTTs)

L’Eco di Bergamo del 18 giugno 2017 pubblica un articolo a firma di Remo Traina, inerente un nuovo distributore presso il Comune di Costa Valle Imagna. Eccolo:

Il pieno? Al distributore del Comune e l’incasso in paese

Nessuna insegna delle «Sette Sorelle» o altre sigle: alla stazione di servizio carburanti si staglia sul distributore un cartello con scritto semplicemente «Comune di Costa Valle Imagna». Questo perché l’Amministrazione comunale da qualche mese si è presa l’onere di gestire il distributore stradale di carburanti, benzina verde e diesel. Da sottolineare che in Italia è uno dei pochissimi Comuni che gestiscono direttamente una stazione di servizio. La stazione era nata alla fine degli anni ’70 e sino alla fine dello scorso anno portava l’insegna «Ies». Per 15 anni questa compagnia aveva rifornito i veicoli di Costa Valle Imagna e paesi vicini, ma l’attività probabilmente non era abbastanza remunerativa. Così, vuoi perché vendeva poco e oppure perché la spesa di trasporto il carburante non era indifferente, questa compagnia aveva segnalato al Comune già da qualche anno l’intenzione di chiudere i battenti. Gli amministratori costesi subito hanno ritenuto opportuno che il servizio di distribuzione carburanti continuasse l’attività. Quindi sono iniziate le trattative con la compagnia «Ies», informando di voler gestire direttamente il distributore di benzina. Ci sono voluti un po’ di mesi ma si è trovato l’accordo con la «Ies» e, ottenute le regolari autorizzazione, e sono state realizzate le strutture necessarie, tra queste un self service dotato anche di dispositivo per l’uso del bancomat. E per ultimo, ma non meno importante, l’insegna che rivendica l’appartenenza del punto vendita: Comune di Costa Valle Imagna. «Il distributore di carburanti negli ultimi anni era diventato un problema per i prezzi elevati. Quindi appena entrati in carica abbiamo subito attivato una trattativa con la Ies per poter gestire direttamente. – dichiara il sindaco Umberto Mazzoleni – Abbiamo atteso per un po’ di tempo la risposta della Ies per un incontro. Poi la trattativa è stata molto rapida e nel giro di pochi giorni siamo riusciti a risolvere tutti i problemi burocratici. Abbiamo sostituito tutte le insegne e rinnovato il terminale selfservice per l’uso dei bancomat, che non era più a norma». 

I risultati

«È sicuramente un grosso impegno per il Comune e per i consiglieri, che ne seguono quotidianamente le varie incombenze legate al servizio – continua il primo cittadino –, ma credo che i prezzi molto contenuti e il fatto che gli utili vadano al Comune abbiano favorito la forte crescita delle vendite. Siamo molto contenti dei risultati ottenuti e del servizio fornito alla popolazione del paese, ai turisti e villeggianti. Gli utili della gestione saranno utilizzati per le necessità del paese e dei suoi abitanti». L’assessore Giuseppe Mariani segue l’attività della stazione in collaborazione con alcuni consiglieri: «Il carburante viene fornito da un’azienda di Lecco e siamo riusciti ad abbassare i prezzi sia della benzina che del gasolio, siamo in linea con i distributori di valle. Devo dire che le vendite sono aumentate e sicuramente aumenteranno ancora di più con la bella stagione poiché saranno numerosi i villeggianti che faranno qui il pieno per i loro veicoli».

Ad Ardesio, negli anni addietro, si è fatta una scelta diversa: la stazione di servizio comunale, costruita su terreno non comunale ma privato (quindi in affitto), aveva volumi di vendita estremamente contenuti, costi di gestione e necessità di ammodernamento tali da indurre l’allora amministrazione comunale di “Ardesio Unita” nel procedere alla sua chiusura. Negli stessi mesi, sempre nel 2013, l’amministrazione comunale con i soli voti dell’allora maggioranza dato che la minoranza leghista (oggi maggioranza) risultò assente, approvò il Piano di Governo del Territorio che includeva l’ambito di trasformazione 04 (dal sito del Comune, pagina 25) previsto in località Valzella. L’obiettivo dichiarato era quello di realizzare un impianto distributore carburanti e servizi commerciali annessi: sembra che nei prossimi mesi il privato parta con i lavori, viste le dichiarazioni del sindaco Caccia in consiglio comunale.


Foto di copertina: Markus Spiske